Ecco i dettagli dei percorsi che affronteremo in Val d’Ayas

Come già annunciato un po’ di tempo fa, dal 1 al 17 luglio 2016 potrai vivere, con l’assistenza dei nostri Accompagnatori Nazionali (U.I.S.P., C.O.N.I.), un favoloso soggiorno in Val d’Ayas, pedalando in mountain bike lungo i percorsi ai piedi del massiccio del Monte Rosa e del Cervino.

MTB-champoluc-04

Ecco i dettagli dei tour.

TOUR #1: SULLE TRACCE DEI WALSER

I Walser sono una popolazione di origine svizzera, che nel 1400 colonizzò ampie zone delle nostre Alpi, su richiesta dei feudatari locali. Nel periodo medioevale vide l’alta Valle d’Ayas (chiamata anche Kramerthal dagli svizzeri e nota ancor oggi come “Canton des Allemands”) divenire punto di passaggio di una fitta via commerciale dell’epoca verso la Svizzera ed il Vallese da un lato e dall’altro verso la pianura, attraverso il Colle della Bettaforca ed il passaggio in Valle di Gressoney e Valsesia. I villaggi sono stati fortemente influenzati nell’architettura dalla cultura Walser: tipici i “rascard”. Fra i più famosi Cuneaz, Crest, Resy, Soussun, tutti collegati da un percorso di mountainbike.

Il tour ci porta a rivivere le testimonianze del popolo Walser, percorrendo strade sterrate e sentieri che ci condurranno agli antichi villaggi attraverso pascoli, boschi di conifere e laghi alpini, regalando vedute grandiose e maestose sulla Valle d’Ayas e sulle cime del Monte Rosa e Cervino.

Percorso

Partenza da Champoluc in direzione Frachey. Da qui salita a Resy, passando dall’Alpe Ciarcerio, un ampio pianoro dove sono situati la stazione di partenza della seggiovia Mandria e due ristori. Si prosegue su strada sterrata per arrivare al lago Ciarcerio, punto panoramico sulle vette alpine Lyskamm, Castore e Polluce, Cervino. Si continua attraverso alpeggi e laghi alpini sino a raggiungere Crest e Cuneaz. Dopo una meritata sosta nel villaggio di Crest, si raggiunge Soussun, altro villaggio Walser, situato in una piccola e ridente conca libera dalla vegetazione, completamente autosufficiente, costituito da vecchi rascard di grande interesse storico. Da qui si discende alla zona della partenza.

GRAND TOUR AYAS: SULLE TRACCE DEI WALSER

TOUR #1 TRAIL regione VALLE AOSTA località Val d’Ayas
senso marcia Partenza e arrivo: Champoluc – Champoluc
distanza totale km 28,7 pendenza media % 9,2 ciclabilità salita % 100
dislivello positivo metri 953 pendenza max % 18,5 ciclabilità discesa % 100
dislivello negativo metri 953 alt. max 2371 nota generale
grado di difficoltà tecnica M

[medio]

discesa        (Mtb Scale) Strada sterrata a tratti scorrevole ed altri con fondo smosso e irregolare.

Pendenza forte prolungata e in alcuni tratti a strappi

grado di difficoltà fisica (5 livelli) alto [4/5] S1 (T6)

TOUR #2: LUNGO GLI ANTICHI “RUS”

I “rus”, in patois, sono i canali di irrigazione costruiti nel passato per rendere possibile la coltura sull’arido versante a solatìo (adret). In Val d’Ayas sono presenti due tra i “rus” più significativi e meglio conservati: il Ru Courtaud e il Ru d’Arlaz. Entrambi costruiti tra il XIII e XIV secolo per scopi prettamente agricoli, sono il risultato di anni di duro lavoro e di soluzioni tecniche allora d’avanguardia che hanno potuto così servire di acqua attraverso complesse reti, le aride colline di Saint-Vincent, Emarèse e Challand-Saint-Anselme, in epoche in cui l’agricoltura costituiva il principale sostentamento per la maggior parte della popolazione. Dopo 600 anni sono ancora utilizzati e il loro ruolo è rimasto intatto a tutt’oggi, garantendo come un tempo l’acqua necessaria per irrigare le colture, attraversando gran parte della Valle d’Ayas.

Il tour si sviluppa sui sentieri che costeggiano i canali attraverso prati, boschi di conifere, antichi villaggi e, molto spesso, nella roccia scavata lungo le pendici scoscese della montagna e che regala scorci fantastici e irripetibili sulla Valle d’Ayas e sulle cime del Monte Rosa. 

Percorso

Partenza da Champoluc in direzione Frachey. Salita, dopo Saint Jacques, sino all’Alpe Nana inferiore, con grandiosa veduta sul Gruppo del Rosa. Si prosegue in piano lungo il Ru Courtaud per arrivare dopo 11 km a Barmasc lungo un single track caratterizzato da facili e divertenti passaggi tecnici. Da qui, sempre lungo il canale e dopo una serie di gallerie scavate nella roccia, si raggiunge per strada sterrata scorrevole e pianeggiante al Col de Joux. Si prosegue verso Sommarese, superando un punto panoramico a 360° sulla Valle centrale e sulle cime più alte: Gran Combin, Monte Bianco, Rutor e Gran Paradiso. Attraverso il Col di Tzecore, si scende verso Challand S. Anselme per poi percorrere il Ru d’Arlaz, in direzione di Brusson. Da qui, si attraversa il fantastico bosco di Praz Charbon per poi raggiungere Champoluc.

GRAND TOUR AYAS: LUNGO GLI ANTICHI “RUS”

TOUR #2 TRAIL regione VALLE AOSTA località Val d’Ayas
senso marcia Partenza e arrivo: Champoluc – Champoluc
distanza totale km 56,5 pendenza media % 3,6 ciclabilità salita % 100
dislivello positivo metri 1077 pendenza max % 8,4 ciclabilità discesa % 100
dislivello negativo metri 1077 alt. max 2049 nota generale
grado di difficoltà tecnica M

[medio]

discesa        (Mtb Scale) Strada sterrata scorrevole alternati a divertenti single track a tratti con fondo smosso e irregolare.

Pendenza media prolungata

Ü  OBBLIGO DI SISTEMA ILLUMINAZIONE

grado di difficoltà fisica (5 livelli) medio [3/5] S1

 

MTB-champoluc-02

TOUR #3: I LAGHI ALPINI

Il nostro tour ci porta nel comprensorio dei Laghi Palasina, un affascinante ambiente lacustre d’alta quota ricco di storia antichissima risalente ai romani. In tempi ormai lontani vi vennero rinvenute addirittura monete d’epoca romana: si ritiene che i laghi fossero la sepoltura naturale di chi perdeva la vita nelle ricche miniere della zona.

I suoi fertili pascoli sono rinomati dagli albori della storia umana in queste terre. Il curioso nome deriva da “Pala”, termine patois di pascolo ripido o dirupato. L’acqua abbondante e gli ampi pascoli costituivano una ricchezza importante per il sostentamento delle genti valligiane (Estoul significa chiaramente “stalla“).

Il Lago della Battaglia è il più esteso dei 5 laghi. Esso deve il suo nome ad uno scontro che avvenne sulle sue rive durante la guerra dei Trent’anni (1619-1648) o nel corso delle guerre napoleoniche, tra austriaci e truppe francesi.

Percorso

Partenza da Champoluc in direzione Periasc. Attraversando il bosco di Praz Charbon lungo divertenti single track, si raggiunge Vollon e successivamente, su strada sterrata, Brusson. Si prosegue su asfalto sino ad Estoul. Da qui lungo una lunga e faticosa strada sterrata si sale all’alpe Palasina e quindi al lago della Battaglia. Lasciato il lago, lungo un facile sentiero si giunge al Rifugio ARP dove è prevista una sosta per il pranzo. Si ritorna ad Estoul e quindi a Brusson. Si costeggia il lago omonimo per proseguire verso Extrapieraz, Servaz e Lignod. Sempre su tratturo si scende a Periasc e poi a seguire per Champoluc e Frachey.

GRAND TOUR AYAS: I LAGHI ALPINI

TOUR #3 TRAIL regione VALLE AOSTA località Val d’Ayas
senso marcia Partenza e arrivo: Champoluc – Champoluc
distanza totale km 57,6 pendenza media % 4,7 ciclabilità salita % 100
dislivello positivo metri 1437 pendenza max % 12,2 ciclabilità discesa % 100
dislivello negativo metri 1437 alt. max 2485 nota generale
grado di difficoltà tecnica M

[medio]

discesa        (Mtb Scale) Strada sterrata scorrevole a tratti con fondo smosso e irregolare. Single track a tratti con fondo irregolare (radici e pietre).

Pendenza media prolungata e forte a strappi

grado di difficoltà fisica (5 livelli) alto [4/5] S1

TOUR #4: MONTEROSA PRESTIGE

Nel luglio 1993 si disputò la 1° edizione della “Monterosa Prestige”: una maratona che vide al via i migliori protagonisti nazionali delle prove di resistenza e di gran fondo sulle più alte montagne d’Europa. Sui 60 km con 3000 m di dislivello percorsi dalla Val d’ Ayas a quella di Gressoney e ritorno, attraverso i colli Bettaforca e Ranzola, il vincitore fu Renato Piccolo. Nel 1994 e 1995 si svolsero la 2° (58 km, 5000 m di dislivello!) e la 3° edizione, quest’ultima con partenza ed arrivo a Gressoney St. Jean. Da allora questa gara così impegnativa e di grande fascino non è stata più ripetuta.

Dalla notevole diffusione in questi anni di gare marathon nazionali ed internazionali, è nato un progetto per far rivivere la Monterosa Prestige 2017, competizione delle grandi distanze e dei dislivelli estremi.

Il tour vi conduce su parte dei sentieri e delle strade sterrate che costituiranno il percorso definitivo della Monterosa Prestige.

Percorso

Partenza da Champoluc in direzione Frachey. Dopo Saint Jacques si sale sino all’Alpe Nana inferiore. Si prosegue lungo il Ru Courtaud, Mandriou, Pian Pera sino a Barmasc lungo un single track con numerosi e facili passaggi tecnici. Da qui, si scende a Lignod, Extrapieraz e Brusson per poi percorrere il Ru d’Arlaz verso Challand S. Anselme. Attraverso il Col di Tzecore, si scende a Sommarese e si raggiunge su strada sterrata scorrevole il Col de Joux. Lungo un single track tecnico si scende a Extrapieraz e si continua per il fantastico bosco di Praz Charbon per poi raggiungere Champoluc.

GRAND TOUR AYAS: MONTEROSA PRESTIGE

TOUR #4 TRAIL regione VALLE AOSTA località Val d’Ayas
senso marcia Partenza e arrivo: Champoluc – Champoluc
distanza totale km 62,8 pendenza media % 5,4 ciclabilità salita % 100
dislivello positivo metri 1683 pendenza max % 23,0 ciclabilità discesa % 100
dislivello negativo metri 1683 alt. max 2245 nota generale
grado di difficoltà tecnica D

[difficile]

discesa        (Mtb Scale) Strada sterrata scorrevole alternata a tratti con fondo smosso e irregolare. Single track tecnici con fondo smosso e irregolare.

Pendenza media prolungata e forte a strappi

grado di difficoltà fisica (5 livelli) alto [4/5] S2-S3 (T7-12)

 

 

Un pensiero su “Ecco i dettagli dei percorsi che affronteremo in Val d’Ayas

  1. Pingback: Mountain Bike in Val d'Ayas - Liguria MTB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *